Il pensiero funzionale: l’arte di fronteggiare le difficoltà

Spesso ciò che ci fa stare male non sono gli avvenimenti esterni, ma il nostro modo di interpretare e giudicare quello che ci accade. I pensieri negativi associati agli eventi sono spesso frutto di “credenze irrazionali”, ovvero idee generatrici di malessere e illusorie.

Fra le credenze irrazionali più diffuse ai nostri giorni troviamo:

“Ho bisogno di avere accanto una persona che mi ami, altrimenti la mia vita sarebbe triste”;

“Devo avere una casa di proprietà, altrimenti sono un maledetto fallito morto di fame”

“Devo essere qualcuno nella vita, sfruttando sempre al meglio le mie qualità e capacità, altrimenti non valgo niente”

Queste ed altre credenze irrazionali spesso danno origine ai c.d. conflitti nevrotici. In realtà nessuna delle cose presenti in questa lista è necessaria: né un partner, né un lavoro sicuro o prestigioso, né una casa di proprietà. Si tratta certamente di preferenze e obiettivi legittimi, ma non condizioni indispensabili per la felicità.  Diciamo che queste idee sono credenze irrazionali perché si tratta di ‘”esigenze infantili”, “doveri inflessibile”  e poco realistico (assomigliano ai capricci di un bambino che batte i piedi perché vuole che la madre gli compi le caramelle gridando “le voglio, le voglio!”).  Quando siamo vulnerabili a livello emotivo, siamo pieni di esigenze  e quando non vengono soddisfatte, ci arrabbiamo, ci deprimiamo, diventiamo ansiosi, diamo la colpa agli altri o al mondo, o peggio ancora a noi stessi.

Quindi,  il primo passo è  individuare la credenza irrazionale e combatterla con argomentazioni convincenti ( non con semplici pensieri positivi),  mentre il secondo è formulare una credenza razionale corrispondente:

“Mi piacerebbe fare tutto bene, ma non è poi così importante per godermi la giornata”

“Sarebbe fantastico se tutto il mondo mi trattasse bene, ma posso farne a meno”

“Sarebbe bello se le cose andassero sempre come io vorrei, ma non sempre va così e lo accetto, in fondo posso essere felice comunque”

Questo non significa che non ce la prenderemo più quando ci accadrà qualcosa di negativo, ma possedere una mente razionale ci aiutare ad eliminare il malessere emotivo esagerato e invalidante.

Il segreto di tale lavoro è la perseveranza!